MEDIO ORIENTE

 
 

Medio Oriente: Covid, Autorità palestinese annuncia nuove restrizioni da lunedì

Ramallah, 27 feb 17:01 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), Mohammad Shtayyeh, ha annunciato oggi nuove misure restrittive per far fronte al recente aumento del numero di contagi da coronavirus. Da lunedì, primo marzo, tutte le scuole pubbliche e private (eccetto le scuole superiori), le università e le istituzioni educative e professionali resteranno chiuse per 12 giorni, riferisce l'agenzia di stampa palestinese "Wafa". Le misure, ha spiegato Shtayyeh, prevedono un rigoroso divieto di circolazione delle persone tra città e villaggi in Cisgiordania. Il trasporto pubblico e privato sarà vietato dalle 19:00 alle 6:00. Durante questo lasso di tempo, tutte le attività saranno chiuse. Inoltre, il venerdì e il sabato verrà imposto un blocco totale alle comunità palestinesi e le riunioni pubbliche, inclusi matrimoni, feste e funerali, saranno vietate, ha aggiunto il primo ministro di Ramallah. Per i prossimi 12 giorni a partire da lunedì, agli arabi israeliani sarà interdetto l'accesso alle aree controllate dall'Anp. Il capo dell'esecutivo palestinese ha fatto sapere che l'Anp ha acquistato vaccini per un valore di 10 milioni di dollari. "Prevediamo che il primo lotto di vaccini arrivi durante la prima settimana di marzo", ha aggiunto. Shtayyeh ha spiegato che le nuove misure sono state decise alla luce di un aumento del numero di infezioni da coronavirus, soprattutto delle mutazioni britannica e sudafricana, e di un incremento del tasso di occupazione delle unità di terapia intensiva negli ospedali palestinesi. Secondo quanto annunciato oggi dalla ministra della Salute palestinese, Mai Alkaila, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 1.623 nuovi casi di contagio, nove decessi e 1.209 guariti. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE