ECUADOR

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Ecuador: Moreno, scontri in carceri sovraffollate per "lotta frontale" a crimine cresciuto in modo "non casuale"

Quito, 25 feb 16:31 - (Agenzia Nova) - L'ondata di violenza registrata nelle carceri dell'Ecuador è figlia del sovraffollamento creato dalla "lotta frontale" a una criminalità cresciuta anche grazie a manovre della sinistra regionale. Lo ha detto il presidente Lenin Moreno definendo "non casuali", in un video pubblicato sul proprio profilo Twitter, i duri scontri tra bande criminali registrati dall'inizio della settimana in tre carceri del paese, chiusi con la morte di circa 80 persone. "Nel 2007, c'erano novemila persone private della libertà. Oggi se ne contano quasi 40 mila", ha detto Moreno parlando di una situazione divenuta "insostenibile". Il presidente ha al tempo stesso censurato le scelte dei passati governi, guidati dal suo ex sodale politico Rafael Correa, di costruire "mega strutture cacrerarie, da 15mila persone" quando la "logica internazionale suggeriva di costruire centri piccoli per poter esercitare un controllo migliore". Moreno ha quindi puntato l'indice contro "il modello e la normativa legale" la cui insufficenza spinge il sovraffollamento a un tasso di circa il 30 per cento. Mancano infine "risorse economiche e personali", ha detto il capo dello Stato che ha dato mandato al ministero delle Finanze di stanziare fondi ad hoc. (segue) (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE