ARGENTINA

 
 

Argentina: ministra della Salute Vizzotti positiva al coronavirus

Buenos Aires, 27 feb 01:01 - (Agenzia Nova) - La ministra della Salute dell'Argentina, Carla Vizzotti, è risultata positiva al coronavirus. Lo ha annunciato la stessa ministra attraverso un messaggio pubblicato sul suo profilo Twitter. "Mi sono sottoposta ad un tampone come parte del protocollo per poter partecipare all'inaugurazione dell'anno legislativo in parlamento il primo marzo prossimo e sono risultata positiva", ha scritto, aggiungendo che osserverà un periodo di isolamento nei prossimi giorni. In un secondo e successivo messaggio Vizzotti ha rivolto un appello alla cittadinanza a continuare ad osservare le pratiche di prevenzione del contagio, sottolineando che "la pandemia non è passata". La ministra era tra i membri del gabinetto che non era stata sottoposta ad una vaccinazione preventiva come personale "strategico" del governo. Lo scandalo delle vaccinazioni a funzionari, parenti di funzionari e amici del governo era costato la settimana scorsa al predecessore di Vizzotti, Gines Gonzalez Garcia, e tuttora prosegue con nuove rivelazioni sull'applicazione a persone al di fuori del calendario ufficiale.

Vizzotti è stata nominata come ministro della Salute sabato scorso. Dopo aver assunto il suo nuovo incarico aveva pubblicato un messaggio sul suo profilo Twitter dove ringraziava il presidente per averla scelta e aveva assicurato che "verranno rafforzati i dispositivi e le azioni che garantiscono l'equità nell'accesso ai vaccini". "Ringrazio il presidente Alberto Fernández per la sua fiducia nel darmi questa responsabilità, che spero di ripagare con il mio massimo impegno e dedizione", aveva detto Vizzotti, che fino ad allora era in carica come segretario per l'Accesso alla salute. Tra le prime misure intraprese al governo quella di pubblicare una lista di 70 nomi di tutte le persone vaccinate su ordine del suo predecessore, e quella di pubblicare in tempo reale i dati sul progresso del piano di immunizzazione contro la Covid-19.

Lo scandalo è scoppiato sabato 13 febbraio dopo che il giornalista Horacio Verbitsky ha rivelato di aver ricevuto in via preferenziale il vaccino anti-Covid, grazie a una iniziativa dell'ex ministro Ginés Gonzalez Garcia, suo "vecchio amico". Era iniziata in questo modo a circolare un'indiscrezione tra i media che parlava di una lista di circa tremila "vip" che avrebbero goduto di un favore da parte dell'esecutivo. Una indiscrezione destinata a sollevare scandalo in uno dei tanti paesi esposti alle drammatiche conseguenze del nuovo coronavirus. La vicenda aveva coinvolto in un primo momento diversi nomi della scena nazionale, in gran parte della parte politica e sempre vicini all'attuale governo. Tra questi l'ex ministro degli Esteri, Jorge Taiana, e il deputato Eduardo Valdes, amico stretto del presidente Fernandez, ma con la pubblicazione della lista sono apparsi tra gli altri anche i nomi del ministro dell'Economia, Martin Guzman, e degli Esteri, Felipe Sola.

In Argentina, dove il 7 marzo 2020 è stata registrata la prima morte per la Covid-19 in America latina, nelle ultime 24 si sono registrati 8.234 nuovi casi e 145 decessi. I casi confermati sono 2.093.411 mentre le morti dall'inizio della pandemia sono in totale 51.795. I casi attivi nel paese sono oltre 149 mila mentre il livello di occupazione delle unità di terapia intensiva a livello nazionale è di poco superiore al 60 per cento. Il numero dei vaccini somministrati secondo dati ufficiali è di oltre 900 mila, 300 mila delle quali sono seconde dosi. Il governo di Alberto Fernandez ha decretato la proroga fino al 28 febbraio in tutto il paese delle misure di Distanziamento sociale preventivo e obbligatorio (Dispo) e ha deciso che la ripresa delle lezioni in presenza per il nuovo anno scolastico verrà stabilita dalle diverse amministrazioni provinciali a seconda della situazione epidemiologica. La campagna di vaccinazione è iniziata il 24 dicembre grazie ad un accordo con l'istituto russo Gamaleya per l'approvvigionamento dello "Sputnik V". (Abu)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE