IRAQ

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Iraq: rapito sindaco cristiano nella Piana di Ninive, caldei chiedono protezione internazionale

Baghdad, 17 lug 2018 09:06 - (Agenzia Nova) - Il Consiglio iracheno cristiano per i diritti umani ha accusato le forze di sicurezza curde di aver rapito Faiz Jahwary, sindaco caldeo della città di Al Qosh, nella provincia settentrionale di Ninive. L’accusa è rivolta in particolare alle forze Asayish del governo regionale del Kurdistan iracheno. "Mentre il sud dell’Iraq sta protestando, le forze terroristiche curde Asayish rapiscono, picchiano e minacciano di morte un sindaco cristiano caldeo. La regione autonoma del Kurdistan chiede che le uniche aree cristiane rimaste in Iraq siano loro consegnate. I cristiani hanno bisogno di protezione internazionale", ha scritto su Twitter il Consiglio cristiano per i diritti umani, organismo che rappresenta i cristiani iracheni a livello internazionale e promuove i diritti dei cristiani del Medio Oriente. “La polizia segreta del Kurdistan utilizza tattiche molto simili alla mafia o agli apparati di Saddam Hussein. Entrano senza permesso nei villaggi della Piana di Ninive e terrorizzano i cristiani nelle loro città”, ha aggiunto il Consiglio. Faiz Jahwary era stato estromesso dalla sua posizione di sindaco di Al Wosh nel luglio dello scorso anno ed era stato sostituito da Lara Yousif Zara, membro del Partito democratico del Kurdistan. Nell'ottobre del 2017, tuttavia, un tribunale iracheno aveva annullato la decisione e Jahwary era tornato ad assumere l’incarico di primo cittadino. (segue) (Irb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE