GRECIA

 
 

Grecia: Covid, serrata in Attica prorogata fino all'8 marzo

Atene, 26 feb 17:56 - (Agenzia Nova) - Le autorità della Grecia hanno esteso la serrata in Attica fino all'8 marzo a causa dell'alto numero di nuovi casi nella regione, superiore sempre alle mille unità negli ultimi giorni. Una scelta ritenuta necessaria anche a causa della quasi saturazione dei reparti di terapia intensiva. Le stesse restrizioni continueranno ad applicarsi anche nell'isola di Kalymnos, nel comune di Evosmos, nell'isola di Evia e nelle regioni di Achaia e Arcadia nel Peloponneso. L'Organizzazione nazionale per la salute pubblica (Eody) ha registrato oggi 1.790 nuovi casi nel Paese, 29 decessi e 371 ricoverati in terapia intensiva.

Ieri il ministro della Salute, Vassilis Kikilias, ha detto che il 90 per cento dei posti letto di terapia intensiva Covid nella regione greca dell’Attica sono occupati, a proposito del forte impatto della pandemia di coronavirus nella regione che al momento registra il più alto tasso di contagio nel Paese. Il ministro ha spiegato che il sistema sanitario nazionale è stato messo a dura la provo dalla crisi dettata dal coronavirus nell’ultimo anno. Kikilias ha chiarito che fino ad ora nel Paese sono state eseguite 758.480 vaccinazioni, corrispondenti al 7,22 per cento della popolazione. Le vaccinazioni giornaliere sono in media 25.004 e gli appuntamenti prenotati in totale sono 1.486.660.

Già nei giorni scorsi il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha detto che nella regione greca dell'Attica sarebbe stato probabile una proroga della serrata per contenere la diffusione del Covid-19 anche oltre il 28 febbraio. Durante un incontro del governo, Mitsotakis ha espresso soddisfazione per i passi avanti nel piano di vaccinazione della popolazione, riscontrando tuttavia un pericoloso aumento del numero dei contagi negli ultimi giorni in particolare nella regione di Atene. Riguardo il piano di vaccinazione Libertà (Eleftheria), il premier greco ha evidenziato che si è vicini alla soglia di un milione di vaccinati: ma, secondo Mitsotakis, questo non può essere un motivo per abbassare la guardia in considerazione del fatto che le terapie intensive del Paese vedono l'80 per cento delle loro capacità occupate. (Gra)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE