CONGO-KINSHASA

 
 

Congo-Kinshasa: omicidio Attanasio, investigatori congolesi chiedono più informazioni agli operatori umanitari

Kinshasa, 26 feb 14:46 - (Agenzia Nova) - Si è tenuto oggi a Goma, capoluogo della provincia congolese del Nord Kivu, un primo incontro tra gli investigatori inviati dalle autorità Kinshasa e il governatore del Nord Kivu, Carly Nzanzu Kasivita, sull'attacco di Kibumba costato la vita all'ambasciatore Luca Attanasio, al carabiniere Vittorio Iacovacci e all'autista del Programma alimentare mondiale (Pam) Mustapha Milambo. La squadra, secondo quanto riporta il sito d'informazione "Actualite", è composta da sei esperti provenienti da diversi servizi di difesa e sicurezza incaricati di lavorare al fianco di un team d'investigazione locale. "Abbiamo chiesto durante questo incontro che gli operatori umanitari ci forniscano la tracciabilità delle loro attività, anche se sono in regola per quanto riguarda la legge: l'accordo quadro, le leggi, il fatto di informare dei loro spostamenti, non basta", ha detto il consigliere del capo dello Stato presso il Collegio diplomatico, Christian Bushiri. “Abbiamo chiesto ancora di più sulla loro gestione quotidiana, sui loro viaggi. Siamo in una zona difficile. È da entrambe le parti che si devono compiere sforzi”, ha aggiunto.

Ieri il governo della Repubblica democratica del Congo (Rdc) ha inviato sul posto una squadra di investigatori incaricata di condurre un'indagine approfondita al fine di determinare le circostanze che hanno portato alla morte di Attanasio, Iacovacci e Milambo. In una nota il governo di Kinshasa ha ribadito “la sua volontà di consolidare le relazioni diplomatiche con tutti i suoi partner, occidentali e non, contrariamente a riportato da alcuni media i quali non riflettono in alcun modo la posizione del governo congolese”. Nel frattempo, secondo quanto riferisce il sito d’informazione congolese “Actualite”, il consigliere speciale della presidenza per la sicurezza, Francois Beya Wa Kasonga, ha incontrato ieri alcuni diplomatici stranieri ai quali ribadito la volontà del suo Paese di fare tutto il possibile per far luce sull'incidente di Kibumba, illustrando loro le misure adottate dal governo in base alle quali agli ambasciatori e al personale diplomatico accreditato a Kinshasa non sarà consentito di lasciare la capitale senza prima avvertire il ministero degli Esteri e i servizi competenti. In base al provvedimento, i capi delle rappresentanze diplomatiche o i loro funzionari saranno ora tenuti a notificare alle autorità congolesi qualsiasi spostamento all’interno del territorio nazionale almeno una settimana prima della loro partenza. Giunti a destinazione, dovranno inoltre recarsi presso le autorità provinciali per i boschi e, se necessario, procurarsi la necessaria scorta di sicurezza. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE