GERMANIA

 
 

Germania: Rehberg (Cdu), sospendere “freno al debito” anche nel 2022

Berlino, 26 feb 10:01 - (Agenzia Nova) - Il “freno al debito”, che con lo “zero nero” compone i vincoli di bilancio previsti dalla Costituzione tedesca, dovrà essere sospeso anche nel 2022, prorogandone di un anno il congelamento deciso nel 2020 dal governo federale per far fronte alla crisi del coronavirus. È quanto sostiene Eckhardt Rehberg, deputato al Bundestag per l'Unione cristiano-democratica (Cdu), di cui è responsabile per la politica di bilancio. Intervistato dal quotidiano “Rheinische Post”, Rehberg dichiara: “Dovremo sospendere il freno al debito anche 2022, perché l'enorme divario che si è creato a seguito della pandemia tra minori entrate fiscali e aumento della spesa non può essere colmato, se non con ulteriore indebitamento”. Tuttavia, ha aggiunto l'esponente della Cdu, il congelamento di questo vincolo alla spesa “non sarà più possibile dal 2023 in poi, il prossimo governo federale dovrà prendere decisioni difficili”. Disciplinato dall'art. 115 della Costituzione tedesca, introdotto nel 2009, il “freno al debito” prevede che le entrate e le uscite debbano, di norma, essere portate in pareggio senza ricorrere al prestito. Tale principio è rispettato se le entrate da prestiti non superano la soglia dello 0,35 per cento del Pil. Lo “zero nero”, che dispone l'obbligo di bilancio in pareggio, verrà ripristinato nel 2024. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE