IRAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Iran: Borrell, passi Teheran preoccupanti, ma c'è spazio per dialogo e va colto (2)

Bruxelles, 26 feb 12:10 - (Agenzia Nova) - Lo scorso 23 febbraio l'Iran ha ufficialmente iniziato a limitare le ispezioni internazionali dei suoi impianti nucleari nel tentativo di fare pressione sui Paesi europei e sull'amministrazione del presidente statunitense Joe Biden per revocare le sanzioni economiche e ripristinare l'accordo nucleare del 2015. In base ad un documento dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) l'Iran ha aggiunto alle sue scorte 17,6 chilogrammi di uranio arricchito al 20 per cento a partire dal 16 febbraio, in quella che è la prima conferma ufficiale dei piani annunciati dall'Iran a gennaio per aumentare la produzione di uranio arricchito. Le percentuali di arricchimento sono ancora lontane da quelle necessarie per produrre testate nucleari, per le quali è necessario uranio arricchito al 90 per cento. Tuttavia, la percentuale del 20 per cento è decisamente superiore al limite del 3,67 per cento consentito dall'accordo nucleare firmato a Vienna nel 2015. L'Iran ha anche aumentato le sue scorte totali di uranio arricchito a 2,967 tonnellate, rispetto alle 2,442 tonnellate del ​​2 novembre 2020. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE