USA-CINA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Usa-Cina: Trump invia segnali contrastanti dal summit G7 (2)

Washington, 26 ago 2019 05:33 - (Agenzia Nova) - Nelle ultime settimane le ostilità tra Usa e Cina si sono estese al fronte valutario, dopo il sensibile deprezzamento dello yuan sotto la soglia psicologica di 7 yuan per dollaro. Washington ha reagito classificando la Cina un manipolatore della valuta, una decisione che secondo Pechino rischia di “danneggiare gravemente l’ordine finanziario internazionale e causare caos nei mercati finanziari”. E’ l’avvertimento giunto nei giorni scorsi dalla Banca popolare cinese, secondo cui la decisione di Washington preverrò anche la “ripresa dell’economia globale e del commercio”. Pechino, aggiunge una nota della banca centrale, “non ha utilizzato e non ricorrerà al tasso di cambio come strumento per far fronte alle dispute commerciali”. La nota sollecita il governo Usa a “tirare le redini prima del precipizio, maturare consapevolezza dei loro errori e abbandonare il sentiero sbagliato”. (segue) (Was)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE