COREA DEL NORD

 
 

Corea del Nord: diplomatici russi lasciano il Paese spingendo un carrello ferroviario a mano

Mosca, 26 feb 06:46 - (Agenzia Nova) - Un gruppo di diplomatici russi e le loro famiglie ha lasciato la Corea del Nord questa settimana, spingendo un carrello a mano lungo l'unico collegamento ferroviario tra i due Paesi, chiuso da Pyongyang per contenere la pandemia di coronavirus. Lo ha riferito il ministero degli Esteri russo tramite una nota pubblicata sui suoi account di social media. I diplomatici russi e i loro familiari - otto persone in tutto, incluso un bambino di tre anni - hanno viaggiato per 34 ore da Pyongyang sino al confine con la Russia a bordo di un treno e di un autobus, ed hanno poi dovuto attraversare il confine a piedi, spingendo un carrello ferroviario con i loro bagagli. "Dal momento che il confine è chiuso da oltre un anno, e il traffico passeggeri è stato bloccato, il rientro a casa è stato lungo e difficile", recita la nota del ministero degli Esteri russo, che include anche una foto della delegazione intenta a spingere il carrello con a bordo i bagagli. Il ministero ha precisato che il terzo segretario dell'ambasciata russa a Pyongyang, Vladislav Sorokin, ha spinto il carrello per un chilometro, attraversando anche un ponte ferroviario sul fiume Tumen, che divide i due Paesi. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE