LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: inviato Usa, economia insostenibile senza produrre almeno 800 mila barili di petrolio al giorno (3)

Roma, 27 lug 2016 18:04 - (Agenzia Nova) - I tre principali porti petroliferi libici (Ras Lanuf, as Sider e Zuwaytinah) sono sotto il controllo delle Pfg di Ibrahim Jadhran: personaggio controverso che ha combattuto in passato contro le milizie di Misurata, oggi è apertamente criticato per aver istigato e protetto la chiusura dei giacimenti petroliferi tra il 2013 e il 2014, causando un danno economico stimato dal presidente della Noc, Mustafa Sanallah, in oltre 100 miliardi di dollari. Jadrhan ha recentemente annunciato di accettare l'accordo proposto dal governo di Tripoli per la riapertura dei porti, su pagamento di un indennizzo per lui e i suoi uomini. La dichiarazione è stata fatta dopo una visita a Ras Lanuf dell'inviato speciale delle Nazioni Unite per la Libia, Martin Kobler, il quale oggi ha incontrato a Roma il titolare della Farnesina, Gentiloni. Secondo una nota del ministero degli Esteri, i colloqui hanno consentito uno scambio di valutazioni sul quadro interno libico e sul percorso di consolidamento istituzionale, a poca distanza dalla recenti riunioni del dialogo politico intra-libico di Tunisi e del dialogo intra-libico sulla sicurezza. (segue) (Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE