TUNISIA-ITALIA

 
 

Tunisia-Italia: al via piattaforma italo-tunisina per allarmi meteorologici "Nettunit"

Tunisi, 17 dic 2020 16:27 - (Agenzia Nova) - Una piattaforma italo-tunisina per allarmi meteorologici e allarmi relativi all'inquinamento atmosferico e marino, "Nettunit", sarà operativa all'inizio del 2023, nel quadro dello strumento europeo di vicinato e del suo programma di cooperazione transfrontaliera. Un incontro virtuale di avvio del progetto si è tenuto oggi tra i vari stakeholder presso l'Istituto nazionale di meteorologia (Inm), capofila della parte tunisina. La realizzazione di questo progetto, con un budget di 1,066 milioni di euro (3,5 milioni di dinari) e l'86 percento finanziato dall'Ue, dovrebbe durare 30 mesi. "La piattaforma, una volta completata, servirà la protezione civile e i servizi sanitari locali e altri servizi di intervento italiani e tunisini. Tuttavia, i suoi dati saranno accessibili a tutti, cittadini compresi", ha detto il direttore generale di Inm, Hédi Agrebi Jaouadi. L'Istituto tunisino di meteorologia sarà incaricato di fornire previsioni e simulazioni sull'impatto dei fenomeni naturali in caso di inquinamento atmosferico o incidenti ambientali in mare nella zona del canale che separa Cap Bon dall'isola di Sardegna. chiarisce rilevando che l'area di intervento del progetto si estende da Biserta a Gabes. L'obiettivo del progetto è "far fronte ai rischi ambientali, attraverso lo scambio regolare di dati e informazioni ambientali transfrontalieri, soprattutto per l'habitat marino e costiero". Il progetto ha riunito per la parte tunisina anche l'Ospedale Abderrahmen Mami di Ariana e il Centro di ricerca digitale di Sfax. I partner italiani sono il Centro nazionale di ricerca di Palermo, Intelligence per l'ambiente e Sicurezza (Ies) e l'Azienda sanitaria provinciale di Caltanissetta. (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE