NAGORNO-KARABAKH

 
 

Nagorno-Karabakh: premier armeno, durante il conflitto i missili Iskander non hanno funzionato

Erevan, 24 feb 09:13 - (Agenzia Nova) - Durante il conflitto in Nagorno-Karabakh avvenuto nell'autunno del 2020, i sistemi missilistici russi Iskander in dotazione all’Armenia “non hanno funzionato”. Lo ha affermato il primo ministro armeno Nikol Pashinyan in un'intervista a “1in.am”, specificando che alcuni sistemi missilistici Iskander hanno funzionato “solo per il 10 per cento”. Le parole di Pashinyan sono un’evidente risposta alle accuse lanciate nei giorni scorsi dall’ex presidente, Serzh Sargsyan, secondo cui l'Armenia avrebbe potuto utilizzare i sistemi missilistici già dal quarto giorno di guerra nel Nagorno-Karabakh. “Penso che dovrebbe avere le risposte a molte domande. Non dovrebbe fare domande, visto che le risposte le conosce. O forse risponderà anche sul perché i missili Iskander non hanno funzionato o lo hanno fatto solo per il 10 per cento della loro efficacia”, ha detto Pashinyan, mettendo in dubbio “armamenti realizzati negli anni Ottanta”. L'Armenia è stato il primo e finora l'unico Paese straniero a ricevere i sistemi missilistici Iskander dalla Russia. Questi sistemi sono stati mostrati durante una parata militare a Erevan nel 2016. L'Armenia è armata con quattro lanciamissili Iskander ed è stato riferito che sono stati usati contro l'Azerbaigian durante il conflitto nel Nagorno-Karabakh iniziato il 27 settembre e concluso il successivo 9 novembre del 2020. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE