CONGO-KINSHASA

 
 

Congo-Kinshasa: partito di Kabila condanna attacco Kibumba e chiede indagine indipendente

Kinshasa, 25 feb 17:56 - (Agenzia Nova) - Il Partito del popolo per la ricostruzione e la democrazia (Pprd), fondato dall'ex presidente della Repubblica democratica del Congo (Rdc) Joseph Kabila, ha condannato nel modo più assoluto l'attacco a Kibumba, nella provincia orientale del Nord Kivu, che lo scorso 22 febbraio ha provocato la morte dell'ambasciatore d'Italia Luca Attanasio, del carabiniere Vittorio Iacovacci e dell'autista del Programma alimentare mondiale (Pam) Moustapha Milambo. Il Pprd "condanna con la massima fermezza questo crimine odioso perpetrato a carico dell'ambasciatore in missione umanitaria e chiede che venga aperta un'indagine indipendente, nel modo più urgente possibile, per stabilire le responsabilità" dell'accaduto, ha dichiarato ai media locali il leader del partito ed ex ministro dell'Interno, Ramazani Shadary. "Il Pprd condanna da tempo la crescente recrudescenza (di violenze) nella situazione della sicurezza nell'est del Paese, caratterizzata da uccisioni, rapimenti e stragi", ha aggiunto.

Le dichiarazioni di Shadary cadono mentre si fanno più insistenti le voci di una "fuga" dell'ex presidente Kabila negli Emirati Arabi Uniti, in seguito all'aggravarsi della sua posizione giudiziaria. L’attentato contro il convoglio dell’ambasciatore Attanasio è giunto, infatti, in concomitanza con l'arrivo di Kabila nel Paese mediorientale, dove è arrivato da Lusaka, capitale dello Zambia. Il viaggio cade dopo che l'ex presidente ha trascorso diversi mesi nella sua roccaforte di Lubumbashi. Il soggiorno di Kabila ad Abu Dhabi, secondo quanto riferito dal suo consigliere diplomatico Barnabé Kikaya ben Karubi all’emittente belga francofona “Rtbf”, risponde ufficialmente a un invito di lunga data offerto da parte delle autorità emiratine, tuttavia diverse fonti parlano di una vera e propria “fuga” dell’ex capo dello Stato (c’è chi parla di un possibile mandato d’arresto nei suoi confronti per crimini finanziari attuati durante la sua lunga permanenza alla presidenza o di un tentativo di destabilizzazione ordito dallo stesso Kabila per rovesciare il suo successore). (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE