MYANMAR

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Myanmar: premier Thailandia, incontro con inviato giunta militare non implica sostegno a golpe

Bangkok, 25 feb 17:45 - (Agenzia Nova) - Il fatto che la Thailandia abbia ricevuto il ministro degli Esteri della giunta militare che ha preso il potere in Myanmar lo scorso primo febbraio, Wunna Maung Lwin, non implica che Bangkok appoggi il colpo di Stato. Lo ha chiarito oggi il primo ministro thailandese Prayut Chan-o-cha, ripreso dal portale “The Straits Times”. Il capo del governo di Bangkok ha spiegato che l’inviato birmano ha parlato degli “sviluppi politici” nel suo Paese e ha negato che la Thailandia, al pari dell’Indonesia, si sia offerta di mediare nella crisi in corso. “È un problema del loro Paese. È mia intenzione incoraggiarli a progredire verso la democrazia il più rapidamente possibile”, ha spiegato Prayut, ex generale salito al potere anch’egli grazie a un colpo di Stato nel 2014. “Non ho sostenuto nessuno, né qualcuno mi ha chiesto di farlo. Ho solo ascoltato che cosa l’inviato del Myanmar aveva da dire”, ha aggiunto il premier thailandese. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE