COVID

 
 

Covid: Sassoli ai leader, rifuggite ogni tentazione di nazionalismo su vaccini

Bruxelles, 25 feb 15:35 - (Agenzia Nova) - Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, nel suo intervento in apertura del Consiglio europeo straordinario, ha chiesto ai leader di essere chiari nel rifuggire ogni tentazione di nazionalismo sui vaccini. "Oggi, per la prima volta da quando ci siamo visti a dicembre, possiamo dire finalmente che si intravede una luce in fondo al tunnel. Tre vaccini sono stati autorizzati dall'Agenzia europea per i medicinali (Ema) e altri sono in arrivo, mentre il ritmo dei programmi di vaccinazione è aumentato: oltre 27 milioni di europei hanno ricevuto una prima dose, e di questi 9 milioni hanno ricevuto le 2 dosi che sono necessarie", ha detto. "Il portafoglio europeo di vaccini continua a crescere e l'Ue ha acquistato 600 milioni di dosi supplementari, portando il portafoglio a 2,6 miliardi di dosi, una quantità più che sufficiente per vaccinare l'intera popolazione dell'Unione", ha aggiunto.

Per Sassoli, è stato "un gesto di lungimiranza dei nostri governi incaricare la Commissione europea di acquisire vaccini da distribuire a tutti e 27 gli stati membri". Questo perché "la via europea" ha permesso "di evitare la concorrenza tra i Paesi europei e impedire che Paesi ricchi si accaparrassero la maggior parte dei vaccini". Per questo, Sassoli ha detto di essere "fortemente contrario a qualsiasi accordo bilaterale" e ha chiesto ai leader "di essere chiari nel rifuggire ogni tentazione di nazionalismo sui vaccini". Perché "un approccio comune consente anche di monitorare, indagare e sanzionare ogni tentativo di frode ai danni degli Stati membri".

Il presidente del Parlamento Ue ha poi spiegato di accogliere "con favore l'iniziativa relativa all'incubatore Hera", l'Agenzia europea per preparare la risposta e il contrasto alle varianti del virus perché "le mutazioni virali emerse ultimamente sono preoccupanti". Sassoli ha anche sottolineato che "le campagne di vaccinazione hanno successo se i cittadini hanno fiducia", basata su "informazione e trasparenza", e che andrebbero previsti "ulteriori accordi preliminari di acquisto" di vaccini "qualora siano necessarie dosi di vaccini adattati alle nuove varianti". (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE