LIBIA

 
 

Libia: fonti Nova, diatriba nel nuovo governo su Namroush ministro Difesa

Tripoli, 25 feb 11:21 - (Agenzia Nova) - Il premier designato libico, Abdel Hamid Dabaiba, insieme al presidente del Consiglio di presidenza, Mohammed Menfi, avrebbero respinto la candidatura dell'attuale ministro della Difesa del Governo di accordo nazionale (Gna), Salah al Din al Namroush, per lo stesso incarico nel nuovo Governo di unità nazionale (Gun) che dovrà essere presentato oggi. Fonti che partecipano alle consultazioni di governo in Libia riferiscono ad "Agenzia Nova" che Dabaiba non vuole il potente ministro, originario di Zawiya, per non scontentare il generale Khalifa Haftar. Sono forti però le pressioni che arrivano da Tripoli per mantenerlo al suo posto. Il ruolo di ministro della Difesa nel nuovo governo dovrebbe spettare però ad un esponente della Cirenaica. Namroush, considerato divisivo dagli uomini di Haftar, ha fatto però da paciere domenica scorsa dopo il presunto attentato al ministro dell'Interno del Gna, Fathi Bashagha, quando in serata gli uomini delle milizie di Zawiya hanno occupato la piazza dei Martiri di Tripoli sparando colpi di mitra in aria. L'arrivo delle forze del ministro della Difesa in piazza dei Martiri e nel quartiere di Ghout al Shaat ha evitato che le milizie di Zawiya, giunte in forze nella capitale, si scontrassero con quelle fedeli a Bashagha. In queste ore sono in corso le trattative per limare la lista dei ministri che il premier Dabaiba porterà al presidente del parlamento, Aguila Saleh, nella sede del parlamento a Tobruk tra pochi minuti. Si parla di una lista molto lunga, dai 30 ai 32 nomi. Proprio in queste ore è in corso la trattativa sui ministeri chiave del nuovo esecutivo. Esecutivo che ha bisogno però del voto di una maggioranza in parlamento per ottenere la fiducia. Al momento sono 178 i deputati abilitati a votare e per questo il governo avrà bisogno del voto di almeno 90 di loro nella seduta che si sta preparando nella città di Sirte. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE