CINA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Cina: peste suina africana, nuovo studio rileva varianti più lievi del virus

Pechino, 25 feb 08:23 - (Agenzia Nova) - Nuove varianti del virus della peste suina africana che circola in Cina sembrano causare una forma più lieve della malattia, rendendola meno mortale ma più difficile da rilevare e da tenere sotto controllo. È quanto emerso da un documento pubblicato da un gruppo di lavoro dell'Istituto di ricerca veterinaria di Harbin affiliato all'Accademia cinese delle scienze. Si tratta del secondo studio che in questo mese ha riferito delle mutazioni naturali del virus che ha devastato la mandria di maiali cinese nel 2018 e 2019 e continua colpire gli animali del più grande produttore mondiale di carne suina. Il primo studio dell'Istituto veterinario militare di Changchun ha analizzato un virus che presentava una parziale mutazione cromosomica di geni. Tuttavia quello studio non ha esaminato la virulenza della variante. "L'emergere di mutanti naturali meno virulente porta maggiori difficoltà alla diagnosi precoce e pone nuove sfide per il controllo della malattia", scrivono Sun Encheng e colleghi nella rivista "Life Sciences". I ricercatori hanno notato che le mutazioni causano "un decorso molto più ritardato e segni lievi e cronici, pur essendo continuamente diffusi per via orale e rettale". (segue) (Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE