TAIWAN

 
 

Taiwan: produttori microchip sotto pressione a causa della siccità

Taipei, 25 feb 06:41 - (Agenzia Nova) - La manifattura tecnologica di Taiwan è sotto crescente pressione a causa della siccità che ha colpito l'Isola, e rischia così di esacerbare il crescente fabbisogno di semiconduttori che affligge il mercato globale. Il governo di Taipei han annunciato oggi, 25 settembre, ulteriori restrizioni all'utilizzo dell'acqua in diverse città dell'isola dove hanno sede importanti aziende del paese. Gli stabilimenti produttivi a Taoyuan, Taichung, Hsinchu e Miaoli dovranno ridurre i consumi d'acqua di un ulteriore 11 per cento, in aggiunta al 7 per cento richiesto dalle autorità il mese scorso. A Chiayi e Tainan, dove Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (Tsmc) realizza i processori per gli iPhone - i consumi d'acqua dovranno essere ridotti del 7 per cento. Tsmc è il primo produttore di microchip a contratto al mondo, e Taiwan è una delle principali fonti dei chip avanzati necessari ad una gamma sempre più vasta di beni di consumo, dagli smartphone alle automobili sino alle consolle per videogiochi. La produzione di microchip è un processo industriale che richiede ingenti quantitativi d'acqua, ma le riserve a Taiwan sono calate a livelli critici a causa dell'assenza protratta di precipitazioni, e le autorità hanno già tagliato l'approvvigionamento all'agricoltura per sostenere l'impiego industriale e residenziale. Per Taiwan la siccità giunge in un momento assai delicato: l'industria dei microchip fa fronte a una penuria globale di semiconduttori, e Taiwan ha già promesso a Paesi amici, come Stati Uniti, Giappone e Germania, di accelerare la produzione di microchip da destinare all'automotive. (Git)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE