Esteri

 
 

Ancora carenze nella Bundeswehr, scarso approvvigionamento di armi e mezzi

Ancora carenze nella Bundeswehr, scarso approvvigionamento di armi e mezzi
Berlino, 23 feb 13:48 - (Agenzia Nova) - Le Forze armate tedesche (Budeswehr) continuano a soffrire di carenze nell'approvvigionamento di armi, mezzi e materiali. È quanto si apprende dal rapporto sulla Bundeswehr per il 2020, che la commissaria del Bundestag per la Difesa, Eva Hoegl, ha presentato oggi a Berlino. Per esempio, dal 2019, la Marina lamenta la mancanza di equipaggiamento per la protezione dal freddo. L'Ufficio federale per gli armamenti, la tecnologia dell'informazione e il sostegno operativo della Bundeswehr (Baainbw) ha risposto che, “presumibilmente”, la questione potrebbe essere “organizzata” nel 2022. Secondo Hoegl, “quattro anni di tempo, nel migliore dei casi”, per risolvere il problema sono “inspiegabili”. Nonostante l'impegno del ministero della Difesa per apportare miglioramenti, commenta l'emittente radiotelevisiva “Ard”, gli approvvigionamenti della Bundeswehr continuano a presentare le consuete criticità: lentezza, eccesso di burocrazia e macchinosità. Un esempio è la sostituzione dell'elicottero da trasporto pesate CH-53 Sea Stallion in dotazione ala Bundeswehr dal 1972, prodotto dall'allora azienda aeronautica statunitense Sikorsky. Data l'obsolescenza, il velivolo è ripetutamente soggetto a guasti e può essere riparato “soltanto con difficoltà”.

Tuttavia, a oggi il ministero della Difesa non sa quale elicottero debba sostituire il CH-53. La relativa gara d'appalto è stata sospesa dal dicastero a settembre del 2020, perché i modelli in competizione avevano sperimentato un netto aumento dei costi a causa dei requisiti aggiuntivi chiesti dalle Forze armate tedesche. All'avvicendamento dei CH-53 concorrevano le compagnie aerospaziali statunitensi Boeing e la stessa Sikorsky, ora parte del gruppo Lockheed Martin. Le due aziende offrivano rispettivamente il CH-47F Chinook e il CH-53K King Stallion. Oltre all'obsolescenza degli elicotteri da trasporto, la Bundeswehr soffre dei molti anni di servizio di carri armati Leopard 2 dei cacciabombardieri Tornado. La mancata sostituzione dei mezzi è ancora più evidente ora che il ministero della Difesa dispone di un bilancio significativamente maggiore rispetto al passato, pari a circa 47 miliardi di euro per il 2021. Inoltre, dato lo stato carente di armi, mezzi e materiali, non è chiaro come il dicastero intenda attuare gli annunci di un maggiore impegno della Bundeswehr nelle missioni internazionali e nella regione dell'Indo-Pacifico. Con particolare riferimento a questo teatro, Hoegl nota che “mancano le navi”.

La commissaria del Bundestag per la Difesa è poi intervenuta sulla questione dell'infiltrazione dell'estrema destra nella Bundeswehr, in particolare nel Comando forze speciali dell'esercito (Ksk). In merito al principio della “guida interiore”, ha sottolineato Hoegl, “vi è ancora molto da fare”. Tuttavia, la riforma del Ksk, in corso dal luglio del 2020 e volta a epurare il reparto dai sostenitori della destra radicale, è “sulla buona strada” e potrebbe essere “completata entro la prossima estate”. Hoegl ha poi elogiato la Bundeswehr per il contributo che sta fornendo alla lotta contro la pandemia di coronavirus, con l'assistenza amministrativa alle autorità civili in particolare nella campagna di vaccinazione, in corso dal 27 dicembre in Germania come negli altri Stati membri dell'Ue. La truppa è “particolarmente motivata da questa missione”, ha evidenziato la commissaria del Bundestag dall'operazione. Al riguardo, Hoegl ha proposto che i militari impiegati nella missione vengano insigniti di una medaglia commemorativa appositamente istituita. (Geb)
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE