USA

 
 

Usa: titoli Gamestop guadagnano il 90 per cento negli scambi pomeridiani

New York, 24 feb 22:01 - (Agenzia Nova) - Le azioni di GameStop, catena di negozi texana finita al centro del dibattito nel mese di gennaio per l’acquisto in massa dei suoi titoli organizzato sulla piattaforma social Reddit, sono aumentate di oltre il 90 per cento negli scambi pomeridiani di oggi. Lo riferisce l’emittente “Cnbc”. GameStop ha annunciato che il suo Ceo, Jim Bell, si dimetterà il 26 marzo prossimo. “Le dimissioni di Bell non sono dovute a un disaccordo con la società su qualsiasi questione relativa alle operazioni, politiche o pratiche dell’azienda”, ha spiegato la società. La vicenda di GameStop, la catena texana di negozi di videogiochi finita al centro di un gioco speculativo che ha messo in ginocchio alcuni dei maggiori fondi di investimento di Wall Street, getta un’ombra inquietante sulla vulnerabilità della finanza occidentale. Un mondo che è anch’esso terreno di scontro geopolitico e che nei prossimi anni potrebbe diventare sempre più arena privilegiata della competizione globale tra Stati Uniti e Cina. Quanto accaduto a Wall Street non è la prima anomalia registrata di recente nei mercati finanziari statunitensi. Basti tornare a pochi mesi fa, quando il prezzo del barile del West Texas Intermediate (Wti) è finito in territorio negativo per la prima volta nella storia, con il picco record di meno 37 dollari nell’aprile del 2020: una distorsione del mercato che non è attribuibile solo alle ripercussioni della pandemia di coronavirus, ma che è anche condizionata dalle speculazioni finanziarie. Qualcosa di simile è accaduto con GameStop, il cui titolo ha guadagnato il 400 per cento del suo valore a Wall Street dopo che trader online coordinatisi attraverso il forum WallStreetBets su Reddit hanno preso di mira alcuni hedge fund che avevano scommesso contro la società vendendone le azioni allo scoperto.
(Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE