SPECIALE DIFESA

 
 

Speciale difesa: Sudan-Etiopia, governo di Khartum denuncia presenza al confine di militari eritrei in uniforme etiope

Khartum, 24 feb 13:15 - (Agenzia Nova) - La dura presa di posizione giunge al culmine dell’escalation diplomatica tra i due Paesi, legata alla disputa di confine relativa al controllo dell’area contesa di al Fashaqa. Quest’ultima fa parte dello Stato sudanese di Gedaref ed è attraversata dal fiume Basalam, che hanno reso fertili fino a 600 mila acri di campi. Negli anni gli agricoltori etiopi si sono infiltrati per lavorare la terra, scatenando ripetuti appelli dalle forze sudanesi a delimitare i confini della regione. A rendere più rigida la posizione sudanese è stato in particolare un episodio, nel quale le milizie etiopi si sono spinte a posizionare segni di confine fino a 1.500 acri sui terreni agricoli della zona. Nel 1995 un accordo tra i due Paesi ha sancito che l'area di confine sarebbe stata libera da eserciti ufficiali: da quel momento il controllo della zona è passato per il lato sudanese alle Brigate di difesa popolare, per quello etiope alle milizie Shifta. La questione di al Fashaqa si inserisce a sua volta nel contesto della crisi nel Tigrè: nelle scorse settimane una commissione parlamentare dell’Etiopia ha esplicitamente accusato l'esercito sudanese di appoggiare le milizie del Tigrè, i cui leader potrebbero trovare riparo in Sudan ed essere sfruttati come “merce di scambio” dalle autorità di Khartum nelle trattative con Addis Abeba. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE