SPECIALE SCUOLA

 
 

Speciale scuola: D'Amore (Asl Napoli 2), dosi a 5mila insegnanti, pronti per campagna non stop

Napoli, 24 feb 15:15 - (Agenzia Nova) - "Astrazeneca può essere distribuito fino a 65 anni, il limite under 55 è stato allargato. Chi ha un'ipertensione lieve lo può fare, deve essere un livello più serio come malattie gravi. In cardiologia ci sono delle classi dove non può essere usato ma in quelle leggere sì". Lo ha dichiarato il direttore generale dell'Asl Napoli 2, Antonio D'Amore, intervenendo nella trasmissione "Barba e capelli" condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc targato Italia. Sul sistema dei vaccini D'Amore ha dichiarato: " È un'organizzazione che si fonda su basi scientifiche. La sperimentazione ha coinvolto fasce di popolazione su età diversa, Astrazeneca aveva un gap su over 55. Può essere mai che l'Ema possa autorizzare un vaccino non sicuro o non testato? Vorremmo averne molti di più per una campagna senza sosta 24 ore su 24". In merito ai dati e alle prossime tappe del piano vaccinale ha poi aggiunto: "Con il personale scolastico sta andando bene, sono già 5mila docenti su una platea di 25mila persone. C'è stata una sperimentazione in una scuola di Giugliano (Na) con equipe mobile vaccinando 300 professori, lo ripeteremo anche a Ischia con 100 vaccinazioni". "C'è stato un abuso di farmaci durante il lockdown – ha poi evidenziato D’Amore - non tutti hanno vissuto le chiusure domestiche in tranquillità. Ognuno reagisce a modo suo, il dato è preoccupante perché anche dopo ci troveremo con situazioni particolari generate dal virus: condizioni che rimuoveremo con difficoltà. Il Covid lascia uno strascico e una situazione emotiva che non avevamo prima". "Mi auguro che non ci sia – ha chiosato il dirigente Asl in merito ad una possibile terza ondata pandemica - siamo in zona arancione e dovremmo uscire solo quando è necessario. Invece ci sono folle e giovani in giro senza mascherina, quello che vediamo non ci rassicura. Non c'è pressione sui pronto soccorso ma notiamo un aumento dei ricoveri che non si vedono perché curiamo 300 persone a domicilio". (Ren)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE