GERMANIA

 
 

Germania: ministero Difesa sapeva delle irregolarità forze speciali esercito con munizioni

Berlino, 23 feb 20:07 - (Agenzia Nova) - Da un periodo compreso tra marzo e maggio del 2020, il ministero della Difesa tedesco era a conoscenza del fatto che, presso il Comando forze speciali dell'esercito (Ksk), il personale poteva restituire in forma anonima e senza incorrere in punizioni, le munizioni sottratte ai depositi del reparto. È quanto comunicato dallo stesso dicastero, come riferisce il gruppo editoriale “Rnd”. Lo scandalo è l'ultimo di una lunga serie che coinvolge il Ksk, da anni al centro delle polemiche per l'infiltrazione dell'estrema destra tra i propri ranghi. Per tale motivo, il Comando forze speciali dell'esercito tedesco è oggetto di una profonda riforma dalla scorsa estate. L'obiettivo è epurare la truppa dai sostenitori della destra radicale. La questione delle munizioni è recentemente emersa durante il processo a carico di un sottufficiale del Ksk che, vicino all'estrema destra, è stato arrestato a maggio del 2020. Nel giardino della propria abitazione a Collm in Sassonia, il militare aveva occultato armi, munizioni ed esplosivi provenienti dall'arsenale del reparto di appartenenza, che ha sede è a Calw in Baden-Wuerttemberg. Nel corso del dibattimento, si è appreso che il comandante del Ksk, il generale di brigata Markus Kreitmayr, avrebbe tollerato la restituzione delle munizioni sottratte senza punizioni. L'alto ufficiale rischia ora la destituzione dall'incarico, assunto nel 2018. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE