AEROSPAZIO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Aerospazio: Esa, osservatorio Cheops rivela un sistema planetario unico (3)

Roma, 25 gen 16:46 - (Agenzia Nova) - Per indagare su questo, Leleu e la sua squadra hanno combinato dati ottenuti da Cheops con osservazioni effettuate con i telescopi terrestri dell’Osservatorio europeo australe (Eso) presso l’Osservatorio Paranal in Cile. Ma mentre i pianeti nel sistema Toi-178 orbitano intorno alla loro stella in maniera molto schematica, le loro densità non seguono alcuno schema particolare: uno degli esopianeti, un denso, pianeta roccioso come la Terra si trova proprio accanto a un pianeta di dimensioni simili ma molto soffice – come un mini-Giove, e vicino a quello ce ne è uno simile a Nettuno. “Questo non è ciò che ci aspettavamo, ed è la prima volta che osserviamo una simile disposizione in un sistema planetario: nei pochi sistemi che conosciamo dove i pianeti orbitano in questo ritmo di risonanza, le densità dei pianeti diminuiscono gradualmente mentre ci si allontana dalla stella, e questo è anche ciò che ci aspettiamo dalla teoria”, ha spiegato l’astrofisico, aggiungendo che eventi catastrofici come enormi impatti potrebbero normalmente spiegare grandi variazioni delle densità del pianeta, ma il sistema Toi-178 non sarebbe così perfettamente in armonia se fosse stato questo il caso. “Le orbite in questo sistema sono molto ben ordinate, cosa che ci suggerisce che si è evoluto molto dolcemente dalla sua nascita”, spiega Yann Alibert, coautore dell’Università di Berna. (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE