LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: esplosioni e scontri a fuoco a Tripoli

Tripoli, 30 mar 2016 09:22 - (Agenzia Nova) - Esplosioni e scontri a fuoco sono in corso da questa mattina nella capitale libica Tripoli. Secondo quanto riferiscono i media arabi, le esplosioni interessano in particolare la strada che porta all'aeroporto di Mitiga. Al momento non si conoscono le cause di queste deflagrazioni, ma si ritiene che siano legate alla notizia dell'imminente arrivo in città dei membri del governo di riconciliazione nazionale del premier Fayez al Serraj, osteggiata dalle milizia locali che difendono il governo non riconosciuto di Khalifa Ghweil. Nei giorni scorsi lo spazio aereo di Tripoli era stato chiuso per diverse ore proprio per impedire l'arrivo da Tunisi dei membri del governo di riconciliazione. Il deputato del Congresso nazionale libico di Tripoli, Abdel Qader Hawili, ha annunciato ieri di essere pronto ad accogliere "con le armi l’arrivo del governo di riconciliazione nazionale" e ad "arrestare tutti i suoi componenti". Intervistato dall’emittente televisiva “al Libya”, il politico ritiene che “la responsabilità di quanto sta accadendo è della missione Onu, così come nel caso in cui dovesse esserci spargimento di sangue". L'esponente del parlamento di Tripoli, non riconosciuto dalla comunità internazionale, ha ribadito di non aver firmato l’accordo di Skhirat, in Marocco, "eppure la missione Onu sta cercando di far entrare quel governo a Tripoli". Hawili ha accusato il Consiglio di presidenza libico, sostenuto dall'Onu, di voler "indebolire la sicurezza nazionale", sostenendo che "alcune brigate che avevano appoggiato il governo di riconciliazione stanno ora prendendo le distanze”. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE