ETIOPIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Etiopia: Unhcr nega notizie di rapimenti e rimpatri forzati di rifugiati eritrei dal Tigrè

Addis Abeba, 27 gen 17:47 - (Agenzia Nova) - L'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) ha respinto le accuse diffuse da alcuni organi di stampa sul presunto rapimento e rimpatrio forzato in Eritrea di rifugiati accolti nei campi profughi nello Stato regionale del Tigrè, in Etiopia. Citato dall’emittente etiope “Fana”, il portavoce dell'Unhcr per l'Etiopia, Chris Melzer, ha affermato che le accuse non sono confermate dalle testimonianze dei rappresentanti dei rifugiati e i funzionari dell'Agenzia hanno testimoniato che la maggior parte dei rifugiati risiede ancora nei campi. “Ora la situazione è notevolmente migliorata e il nostro partner, il Programma alimentare mondiale (Pam), si occupa della distribuzione di cibo per il mese di gennaio. Ai rifugiati è stata anche distribuita la razione alimentare del Pam il mese scorso e ci è stato confermato che non moriranno più di fame”, ha sottolineato il portavoce. Plaudendo agli sforzi compiuti dal governo dell'Etiopia per garantire standard internazionali di servizi per i rifugiati, Melzer ha ribadito il sostegno dell'Unhcr per affrontare le sfide che sono state causate dall'interruzione della fornitura di acqua di rubinetto e dall'erogazione dei servizi sanitari ed educativi. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE