VENEZUELA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Venezuela: da Parlamento via libera ad aprire indagini su presunta corruzione di Guaidò (3)

Caracas, 27 gen 11:06 - (Agenzia Nova) - In una delle riunioni, tenuta in un sobborgo di Miami a dicembre del 2019, gli imprenditori avrebbero ricevuto una lettera scritta a mano - e trasmessa alla "Wp" - con una lista "impressionante" di richieste. Tra questa, il pagamento anticipato di 750mila dollari a un'impresa intestata a Magin Blasi, fratello di un funzionario dell'ambasciata venezuelana che Guaidò ha aperto a Washington, affidata a Carlos Vecchio. Secondo il contratto, mai compiuto, l'impresa sarebbe inoltre divenuta socia dei due imprenditori, condividendo la commissione del 18 per cento chiesta a Guaidò per i loro servizi. "Si tratta di una estorsione... o pagavamo o non ottenevamo il contratto", ha detto Reyes chiedendosi quanto Guaidò sapesse di tutta la vicenda. (segue) (Vec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE