ETIOPIA

 
 

Etiopia: dipartimento di Stato Usa, militari eritrei lascino immediatamente il Tigré

New York, 27 gen 12:39 - (Agenzia Nova) - Tutti i militari eritrei che sono stati inviati in Etiopia a combattere i combattenti del Fronte popolare di liberazione del Tigré (Tplf) devono lasciare immediatamente la regione. Lo riferiscono fonti del dipartimento di Stato Usa citate dalla stampa internazionale, che parlano di "notizie credibili di saccheggi, violenze sessuali, aggressioni nei campi profughi ed altre violazioni dei diritti umani" e sostengono che vi siano "prove di militari eritrei che rimpatriano con la forza dal Tigré concittadini rifugiati nei campi etiopi". Le stesse fonti chiedono quindi l'apertura di un'indagine indipendente e trasparente sui presunti abusi. "Non è chiaro quanti militari eritrei siano nel Tigré, o precisamente dove", ha detto il portavoce. A fine dicembre il dipartimento di Stato Usa aveva definito "credibile" la possibilità di una presenza militare eritrea nel Tigré, sulla quale Asmara non si è mai pronunciata e che il premier etiope Abiy Ahmed ha finora sempre negato. Di recente nuove testimonianze sono emerse su saccheggi e abusi effettuati di casa in casa nel Tigrè, dove a fine novembre si è conclusa l'offensiva militare lanciata dall'esercito di Addis Abeba contro i "ribelli" del Tplf, conclusione che ha tuttavia lasciato strascichi di combattimenti e una grave crisi umanitaria. Secondo l'Unhcr almeno 55.500 persone hanno trovato rifugio nel vicino Sudan. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE