IMPRESE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Imprese: Unicredit su educazione finanziaria, un nativo digitale su due senza nozioni base su risparmio

Roma, 26 nov 2020 12:11 - (Agenzia Nova) - A pochi passi dalla “vita vera” eppure ancora troppo impreparati ed esposti ai pericoli: sono i nostri ventenni quando si trovano a dover gestire i propri soldi e, di conseguenza, a doversi difendere da raggiri, frodi e incidenti di percorso che, complice la loro presenza costante in rete, sono costantemente in agguato; basti pensare che, in media, solo la metà di loro padroneggia le nozioni più elementari su risparmio, interessi, potere d'acquisto della moneta. Stando al relativo comunicato stampa, a far emergere la necessità di dedicare più attenzione nella formazione dei giovani su queste tematiche è l’Osservatorio sull'educazione finanziaria, realizzato da Skuola.net in collaborazione con Unicredit, intervistando 2.500 giovani under 30 che attualmente frequentano l'università. Per quanto riguarda l’educazione finanziaria, prosegue la nota, più sale il livello delle competenze richieste più il fallimento è dietro l'angol: oltre 6 su 10 non sanno calcolare un ipotetico rendimento delle somme depositate in banca; circa 4 su 10 non riescono a valutare il ''peso” degli interessi su un finanziamento; oltre 7 su 10 si perdono nella trasformazione del tasso d'interesse in somme reali. Ancora peggio il capitolo truffe online: solamente il 38 per cento dichiara di saper riconoscere al volo le frodi più diffuse e un altro 54 per cento di conoscerle solo in parte; quasi uno su 10 dice di essere a digiuno sul tema. (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE