SUDAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Sudan: violenze nel Darfur occidentale, uccisi tre operatori umanitari (2)

Khartum, 21 gen 10:17 - (Agenzia Nova) - Nel frattempo il governo sudanese ha inviato a El Geneina un'équipe di specialisti e chirurghi per sostenere gli operatori sanitari locali nel soccorso dei feriti, mentre sono stati organizzati dei comitati di emergenza per organizzare gli aiuti alle vittime. La situazione, nel frattempo, resta estremamente tesa dopo che ieri uomini armati hanno attaccato la residenza del governatore del Darfur occidentale, Mohammed Abdalla Al Douma, prima di essere respinti dopo un'ora di conflitto a fuoco. Secondo i testimoni, gli scontri sono scaturiti da una rissa avvenuta venerdì scorso tra due persone in un campo per sfollati a El Geneina, dove un uomo arabo è stato pugnalato a morte e la sua famiglia, appartenente alla tribù araba rizeigat, ha attaccato per rappresaglia le persone residenti nel campo di Krinding e in altre aree. Le violenze hanno portato le autorità locali a imporre un coprifuoco 24 ore su 24 su tutta la provincia. Gli scontri tribali, che si verificano con frequenza nella regione, rappresentano una sfida agli sforzi del governo di transizione del Sudan per porre fine a ribellioni decennali in aree come il Darfur, dove la maggior parte delle persone vive nei campi per sfollati e rifugiati vittime del conflitto scoppiato nel 2003. Le nuove violenze giungono a due settimane dal ritiro della Missione ibrida dell’Unione africana e delle azioni Unite nel Darfur (Unamid), disposto dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE