ISRAELE-SUDAN

 
 

Israele-Sudan: ministro intelligence israeliano, entro tre mesi firma accordo normalizzazione

Gerusalemme, 27 gen 14:12 - (Agenzia Nova) - La cerimonia della firma dell’accordo di normalizzazione delle relazioni tra Israele e Sudan si terrà a Washington entro i prossimi tre mesi. Lo ha dichiarato oggi il ministro dell’Intelligence israeliano, Eli Cohen secondo quanto riporta il quotidiano “Jerusalem Post”. I commenti giungono dopo la visita di Cohen nella capitale sudanese Khartum, prima missione di un ministro israeliano nel Paese arabo. Il governo civile del Sudan ha affermato che l'accordo per normalizzare le relazioni con Israele potrà entrare in vigore solo una volta approvato da un consiglio legislativo di transizione che deve ancora essere formato. Il Sudan si è unito agli Emirati Arabi Uniti, al Bahrein e al Marocco nella normalizzazione delle relazioni con Israele in un processo di negoziazione mediato dagli Stati Uniti. In questo contesto, la nuova amministrazione statunitense del presidente Joe Biden ha affermato di voler proseguire il percorso avviato dalla precedente presidenza di Donald Trump. "La bozza dell'accordo di pace sta procedendo e nei prossimi tre mesi è prevista una cerimonia di firma per Israele e Sudan a Washington", ha dichiarato Cohen. Come riferito dalla stampa israeliana, durante la sua permanenza in Sudan, la delegazione guidata da Cohen ha discusso con le controparti sudanesi di tre piani economici e della sicurezza dei confini del Paese africano. Ai media israeliani Cohen ha rivelato di aver portato ai suoi ospiti olio e frutta dalla Terra Santa e come regalo di addio ha ricevuto un fucile M16.

All’inizio di gennaio il Sudan ha firmato gli Accordi di Abramo con gli Stati Uniti, aprendo la strada al Paese africano per normalizzare le relazioni con Israele. L'accordo, che dovrà ora essere attuato e che al momento ha una valenza più che alto simbolica, è stato firmato dall'ex segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Steven Mnuchin, e il ministro della Giustizia sudanese Nasredeen Abdulbari. Il memorandum non stabilisce per ora il ripristino ufficiale dei legami diplomatici tra Khartum e Gerusalemme, una mossa che dovrebbe avvenire nel prossimo futuro. La firma è arrivata dopo che nel novembre scorso l’ex presidente Donald Trump ha annunciato che il Sudan avrebbe normalizzato le relazioni con Israele, mentre a dicembre l'amministrazione Trump ha finalizzato la rimozione del Sudan dalla lista Usa dei Paesi considerati sponsor del terrorismo, mossa propedeutica alla normalizzazione delle relazioni con Israele. Prima del Sudan, alla fine dello scorso anno Israele ha firmato accordi di normalizzazione con Emirati Arabi Uniti e Bahrein. Anche il Marocco ha ristabilito le relazioni diplomatiche con Israele, dopo averle tagliate nel 2000 in solidarietà con i palestinesi durante la Seconda intifada. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE