UE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Ue: Easa, problemi Boeing 73 Max dovuti a software Mcas (2)

Bruxelles, 27 gen 13:08 - (Agenzia Nova) - Anche se le indagini hanno valutato che il comportamento dell'Mcas e dei relativi sistemi di allarme erano la chiara causa principale dei due incidenti, l'Easa si è rapidamente resa conto che era necessaria una revisione molto più ampia del 737 Max. L'Agenzia ha quindi esteso la sua analisi all'intero sistema di controllo del volo. Con una particolare attenzione ai fattori umani: l'esperienza reale per un pilota. I risultati di questa revisione hanno portato a definire le azioni nella direttiva sull'aeronavigabilità, che specifica i cambiamenti dell'aeromobile e dell'idoneità operativa, compresi i requisiti di formazione dell'equipaggio, e che deve essere effettuata prima che ogni singolo aereo torni in servizio. L'Easa ha anche concordato con Boeing che il produttore lavorerà per aumentare ulteriormente la resilienza dei sistemi dei velivoli ai guasti dei sensori AoA in modo da migliorare ulteriormente la sicurezza del velivolo. Boeing condurrà anche una valutazione complementare del fattore umano del suo sistema di allerta dell'equipaggio entro i prossimi 12 mesi, con l'obiettivo di identificare la necessità di miglioramenti a lungo termine. Oltre alla direttiva sull'aeronavigabilità, l'Easa ha emesso anche una direttiva sulla sicurezza (SD) che impone di attuare requisiti equivalenti, compresa la formazione del personale di volo, anche alle compagnie aeree non europee titolari di un'autorizzazione dell'Easa di un operatore di un Paese terzo (TCO). (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE