CILE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Cile: recuperati 300 mila posti di lavoro nel trimestre agosto-ottobre (2)

Santiago del Cile, 27 nov 2020 22:18 - (Agenzia Nova) - L'attività economica in Cile nel terzo trimestre ha segnato un calo del 9,1 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente secondo l'ultimo rilevamento della Banca centrale (Bcl). Il risultato del periodo luglio-settembre rappresenta un miglioramento sostanziale rispetto al -14,5 su anno registrato nel trimestre precedente. "Questa ripresa dell'attività economica è in linea con l'allentamento graduale delle misure di prevenzione (quarantene o confinamenti) messe in atto contro la pandemia della Covid-19, e con le misure economiche di sostegno alle famiglie e il prelievo del 10 per cento dei fondi pensione", si legge nel documento della Bcl. In questo contesto, afferma la Banca centrale, le attività più colpite sono state i servizi alla persona, l'edilizia, i trasporti, i ristoranti e gli alberghi e i servizi alle imprese. Dal punto di vista della spesa, l'impatto della pandemia si è riflesso principalmente nel calo dei consumi e degli investimenti delle famiglie. La domanda interna è infatti diminuita complessivamente del 7,8 per cento su anno, con un calo dell'8,8 per cento dei consumi delle famiglie e del 3,7 per cento dei consumi pubblici. Ancora lenta la ripresa degli investimenti invece che hanno subito calo su anno del 18,5 per cento. (segue) (Bua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE