LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: inviato Usa, economia insostenibile senza produrre almeno 800 mila barili di petrolio al giorno (2)

Roma, 27 lug 2016 18:04 - (Agenzia Nova) - Intanto il governo "orientale" libico non riconosciuto dalla comunità internazionale che ha sede ad al Bayda, nell'est del paese, ha ammonito dal vendere greggio senza la sua autorizzazione. Il portavoce dell'entità governativa, Hatim al Arabi, ha fatto sapere che “il petrolio libico si può comprare o vendere solo tramite la compagnia nazionale National Oil Company (Noc) con sede a Bengasi”, capoluogo della Cirenaica. In particolare, per il sedicente governo di al Bayda “non è consentito ad alcuna petroliera di entrare e caricare greggio nei terminal di Ras Lanuf e al Sidra in quanto sono in mano a forze fuori legge”, in riferimento alla Guardia delle strutture petrolifere libiche (Pfg). Queste ultime, che controllano i due terminal di petrolio, hanno firmato un accordo col governo di accordo nazionale di Tripoli, riconosciuto dalla Comunità internazionale, e apriranno i terminal all’esportazione di petrolio nei prossimi giorni. (segue) (Asc)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE