TURCHIA

 
 

Turchia: Fmi rivede al rialzo stime crescita per il 2021

Ankara, 26 gen 15:31 - (Agenzia Nova) - L’economia della Turchia crescerà di circa il 6 per cento nel 2021, prima di ritornare a partire dal 2022 a un tasso di crescita pari a circa il 3,5 per cento. E’ quanto emerge dalle ultime proiezioni del Fondo monetario internazionale (Fmi), contenute nei risultati preliminari della revisione annuale dell’economia turca pubblicata dall’organizzazione con sede a Washington. La nuova stima rivede al rialzo la previsione del 5 per cento, presentata a ottobre 2020 nell’ultimo rapporto World Economic Outlook. La previsione positiva è dovuta secondo l’Fmi all’avvio della campagna di vaccinazioni contro il Covid-19, alla ripresa della crescita commerciale e alla scia della fase positiva registrata dall’economia turca alla fine del 2020, e ha fatto apprezzare la lira turca, in aumento dello 0,2 per cento rispetto al dollaro Usa. Le misure di stimolo fiscale messe in campo da Ankara nel 2020, principalmente in termini di rinvii fiscali e sostegno all’occupazione, hanno sostenuto il rimbalzo dell’attività economica registrato nel terzo trimestre dell’anno. “La Turchia ha margine fiscale per ampliare il sostegno nel 2021, probabilmente nell’ordine dell’1 per cento del Pil. Ulteriori trasferimenti sociali a famiglie vulnerabili e lavoratori informali aiuterebbero a sostenere i più colpiti dalla pandemia”, ha sottolineato l’Fmi. Entro la fine del 2021 l’inflazione dovrebbe ridursi moderatamente, stima inoltre il Fondo, pur rimanendo al di sopra dell’obiettivo. Anche il deficit delle partite correnti del Paese dovrebbe ridursi al 3,5 per cento del Pil, a causa delle ridotte importazioni di oro e di una modesta ripresa del turismo. (Tua)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE