UE

 
 

Ue: nuovi controlli su esportazioni vaccini anti Covid Pfizer verso Regno Unito

Bruxelles, 26 gen 09:56 - (Agenzia Nova) - L'Unione europea ha chiesto alla casa farmaceutica Pfizer e altre concorrenti che dovranno assicurarsi il permesso di Bruxelles prima di esportare dosi di vaccinazioni anti-Covid verso il Regno Unito. La scelta sarebbe motivata dalle crescenti preoccupazioni che i livelli di forniture di vaccino all'interno dell'Unione europea potrebbero non essere sufficienti a causa del ritmo di consegna delle dosi rallentato nell'ultima settimana. Le compagnie pertanto dovranno provvedere una "notifica anticipata" dell'esportazione di tutti i vaccini realizzati nell'Unione, al fine di prevenire carenze nelle forniture. La decisione ha sollevato non poche preoccupazioni a Londra circa un possibile blocco o riduzione delle esportazioni dei preparati, dato che il vaccino Pfizer/BioNTech viene fabbricato in Belgio. Secondo quanto riporta "The Times", la posizione più forte nell'Ue sarebbe quella tedesca, che vorrebbe un blocco delle esportazioni di vaccini al fine di salvaguardare la fornitura Ue. Il vaccino Pfizer rappresenta uno dei pilastri su cui si basa la campagna vaccinale anti-Covid britannica, dato che il governo ha sinora acquistato 40 milioni di dosi del preparato, insieme a 100 milioni di dosi del preparato Astrazeneca. Quest'ultima ha reso noto la scorsa settimana che avrebbe ridotto la propria fornitura di vaccino verso l'Unione europea del 60 per cento, a causa di non meglio specificati problemi nel proprio sito di produzione, anch'esso in Belgio. Bruxelles ha risposto che la compagnia dovrà onorare comunque le sue obbligazioni contrattuali, corrispondenti alla fornitura di 100 milioni di dosi entro la fine di marzo. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE