IRAN

 
 

Iran: portavoce Esteri, se parti Jcpoa non rispettano accordo bloccheremo ispezioni Aiea

Teheran, 25 gen 16:13 - (Agenzia Nova) - In base alla legge recentemente approvata dal parlamento iraniano, se le parti dell’accordo internazionale sul nucleare (Jcpoa) del 2015 non rispetteranno i loro impegni l’Iran porrà fine alla collaborazione con l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) per quanto riguarda la cooperazione volontaria, ovvero quella esterna al sistema delle salvaguardie e quella relativa al cosiddetto Protocollo aggiuntivo (protocollo che fornisce all’agenzia strumenti di verifica aggiuntivi rispetto a quelli previsti dal normale accordo sulle salvaguardie). Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri di Teheran, Saeed Khatibzadeh, durante la sua conferenza stampa settimanale. Ciò non significa che nel caso la cooperazione con l’Aiea si interromperà, ha detto Khatibzadeh, né che l’Iran espellerà gli ispettori, ma saranno bloccate le ispezioni relative alle salvaguardie. Secondo il portavoce si tratta dell’”ultima occasione”, per i Paesi europei, di mantenere i loro impegni e rispettare l’accordo: se le parti europee correggeranno i loro passi anche l’Iran correggerà i suoi passi e smetterà di arricchire l’uranio al 20 per cento. L’Iran dovrebbe essere messo in condizione di vendere agevolmente il suo petrolio e ricevere il denaro, ha proseguito. Secondo il portavoce, il prossimo incontro della Commissione congiunta del Jcpoa potrebbe tenersi verso la metà di febbraio. Quello che gli Usa intenderanno fare riguarda loro, ha detto Khatibzadeh, ma non potranno “fare ciò che vorranno e tornare alle condizioni precedenti il giorno dopo”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE