COOPERAZIONE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Cooperazione: Oxfam lancia la campagna "Dona acqua, salva una vita" (5)

Roma , 16 nov 2020 15:21 - (Agenzia Nova) - In Medio Oriente anche Iraq e Libano rischiano di rimanere schiacciati dall'emergenza Covid. Qui dopo anni di conflitto e crisi economica, migliaia di famiglie non hanno più una casa o accesso a servizi essenziali, e si trovano nell'impossibilità di mantenere il necessario distanziamento fisico. In Iraq - dove i primi casi sono scoppiati proprio nei campi profughi che ospitano 1,2 milioni di sfollati - al momento si contano oltre 500 mila contagi. Dopo la fine della guerra con l'Isis, milioni di persone hanno fatto ritorno alle proprie case, ma la loro situazione è disperata per mancanza di acqua ed elettricità, di un riparo sicuro, servizi di base, protezione e opportunità di lavoro. In Libano, oltre 872 mila profughi siriani vivono l'ennesimo disastro umanitario, perché con oltre 83 mila contagi, il paese si trova ad affrontare l'emergenza coronavirus in un default reso ancora più grave dall'esplosione del porto di Beirut del 4 agosto scorso. Un'emergenza che rischia di precipitare colpendo soprattutto le fasce di popolazione più fragili, con i rifugiati siriani che rappresentano circa il 13 per cento della popolazione totale, costretti a sopravvivere in condizioni sempre più critiche nei campi informali sparsi sul territorio. (segue) (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE