UE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Ue: Consiglio adotta norme su diritti viaggiatori ferroviari (3)

Bruxelles, 25 gen 15:33 - (Agenzia Nova) - Le imprese ferroviarie non saranno tenute a versare indennizzi per ritardi o cancellazioni dovuti a circostanze che non avrebbero potuto evitare, come condizioni meteorologiche estreme, gravi catastrofi naturali o crisi sanitarie pubbliche (pandemie comprese). Gli scioperi del personale ferroviario non saranno coperti da questa deroga. Inoltre, gli obblighi in materia di itinerari alternativi si applicheranno anche in caso di situazioni di forza maggiore.
Dal momento che il regolamento stabilisce un livello minimo di tutela, le imprese ferroviarie sono libere di adottare norme più rigorose per la protezione dei diritti dei passeggeri e sono incoraggiate a farlo. Con il voto di oggi, il Consiglio ha adottato la sua posizione in prima lettura. L'atto giuridico deve ora essere adottato dal Parlamento europeo in seconda lettura prima di essere pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell'Ue. Il regolamento riveduto entrerà in vigore venti giorni dopo la pubblicazione e inizierà ad applicarsi due anni dopo, ad eccezione delle prescrizioni sugli spazi per le biciclette, che saranno applicabili quattro anni dopo l'entrata in vigore del regolamento. (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE