MYANMAR

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Myanmar: elezioni, la vittoria di Suu Kyi non ha entusiasmato gli investitori (2)

Naypyidaw, 24 nov 2020 05:29 - (Agenzia Nova) - Sul piano economico, però, la riforma necessaria ad attrarre investimenti stranieri pare essersi arenata dopo il Codice degli investimenti del 2017 e quello aziendale dell’anno successivo, entrambi esito, secondo “Nikkei”, del lavoro impostato già dalla precedente giunta militare. Durante i primi 4anni e mezzo della leadership di Suu Kyi, le autorità birmane hanno approvato in media 5,3 miliardi di dollari di investimenti esteri annui, meno dei 5,5 miliardi di dollari durante il precedente governo affiliato alle Forze armate. Il processo di democratizzazione del Myanmar, inoltre, non ha comportato come sperato un aumento significativo degli investimenti da parte degli Stati Uniti e dei Paesi europei: la maggior parte degli investimenti esteri continua a provenire da paesi asiatici come Cina, Giappone e Corea del Sud. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE