UCRAINA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Ucraina: all'ambasciata a Roma tavola rotonda su politica allargamento Ue come opportunità di sviluppo (2)

Roma, 10 giu 2018 12:48 - (Agenzia Nova) - L’Ucraina potrebbe produrre il 21,8 per cento del proprio fabbisogno grazie alle energie rinnovabili. Attraverso la promozione di investimenti in tecnologie ad alta efficienza energetica, l’Unione Europea deve sostenere il paese nel graduale processo di riduzione del fabbisogno energetico complessivo e nella diffusione di progetti per l’estensione della tutela ambientale. L’intenzione che anima il piano energetico ucraino è quello di implementare la quota di energia fornita dall’eolico portandola a 2.28 GW entro il 2020. Per comprendere a fondo le dimensioni del piano, basti focalizzare l’attenzione sull’analisi che si tratterebbe di una crescita del 500 per cento rispetto agli attuali 410 MW su cui può contare l’Ucraina. Il più grande potenziale energetico eolico è ubicato nelle grandi aree adiacenti al Mar Nero e al Mar Azov, nella zona dei Carpazi, dei Transcarpazi e dei Carpazi inferiori. Non solo eolico, però, visto che il piano energetico di Kiev punta con decisione su tutte le fonti rinnovabili, in modo da far dipendere sempre meno il paese dalle forniture estere, con deciso sollievo delle casse statali. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE