REGNO UNITO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Regno Unito: Johnson, variante inglese Covid "associata a una maggiore mortalità" (2)

Londra, 22 gen 18:24 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro britannico, Boris Johnson, ha spiegato in una conferenza stampa tenuta insieme ai suoi principali consiglieri in materia, Chris Whitty e Patrick Vallance, che vi sono prove che la variante del Sars-Cov-2 identificata in Kent e a Londra nel mese di dicembre potrebbe essere legata ad una maggior mortalità. I vaccini, ha aggiunto il primo ministro, sembrano funzionare comunque contro la variante inglese, e pertanto la popolazione non deve sentirsi "scoraggiata" a ricevere la propria vaccinazione se convocata dall'Nhs (il sistema sanitario nazionale), ribadendo come la vaccinazione sia "la migliore e più veloce strada per sconfiggere il virus". Passando la parola ai propri consiglieri, questi hanno spiegato come i tassi di positività al virus abbiano iniziato a declinare nel Paese, e specialmente in Inghilterra, e lo stesso starebbero facendo i tassi di ospedalizzazione, con una riduzione piuttosto marcata nella capitale Londra, uno dei focolai di infezione maggiore. Tuttavia, Whitty e Vallance hanno sottolineato come il tasso di mortalità non sembra stare diminuendo, e anzi stia costantemente aumentando, e questo potrebbe continuare per i prossimi giorni. Entrambi i consiglieri hanno tuttavia fatto presente come le altre due varianti "preoccupanti", quella sudafricana e quella brasiliana, siano decisamente più a rischio di quella inglese di mostrare alcune resistenze ai vaccini. Vallance ha inoltre fatto presente come i dati sulla variante inglese che mostrerebbero una maggiore mortalità sarebbero "preliminari", e da verificare. Facendo un esempio numerico, se finora il tasso di mortalità era dell'1 per cento, Vallance ha spiegato, con la nuova variante questo sembra essere aumentato all'1,3-1,4 per cento.
(Rel)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE