DIFESA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Difesa: ammiraglio Cavo Dragone a “Nova”, Sicilia, Calabria, Sardegna e Puglia confini d'Europa (2)

Berlino, 29 nov 2019 14:58 - (Agenzia Nova) - Il capo di Stato maggiore della Marina militare ha quindi commentato Atalanta, la missione navale dell'Ue nel Corno d'Africa avviata nel 2008 per il contrasto alla pirateria. Secondo Cavo Dragone, i risultati dell'iniziativa sono “di tutto rilievo, quantunque non si debba cadere nel tranello che la pirateria nella regione sia finita, sebbene ridotta in numero e intensità”. Riguardo all'impegno della marina nelle operazioni nazionali come “Mare sicuro” e internazionali, Cavo Dragone ha dichiarato: “Ci siamo e contiamo ancora di esserci”. Tuttavia, vi è “un'unica nota negativa a fronte dei risultati ottenuti, ossia l'assenza di sufficiente personale”. Per il capo di Stato maggiore della Marina militare, l'attuale forza di 29 mila uomini e donne non è infatti sufficiente. A tal riguardo, l'ammiraglio Cavo Dragone ha evidenziato che, per numero di equipaggi, la Marina militare italiana presenta “il valore minimo in tutta l'Ue tra le tre Forze armate e questo è un non senso”. L'ammiraglio Cavo Dragone ha quindi osservato che, “senza stressare gli equipaggi e generare malcontento negli equipaggi, la Marina riuscirebbe a fare quello che già fa in maniera ortodossa portando i suoi effettivi a 30 mila”. “siamo a un punto d'allarme, che ho toccato con mano e mi amareggia”, ha concluso l'ammiraglio Cavo Dragone. (Geb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE