EGITTO-GRECIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Egitto-Grecia: domani ministri Esteri discutono di accordo Turchia-Libia su confini marittimi

Atene, 30 nov 2019 18:56 - (Agenzia Nova) - Il memorandum d’intesa firmato da Turchia e Libia sulla demarcazione dei confini marittimi sarà al centro dei colloqui di domani al Cairo tra i capi della diplomazia di Egitto e Grecia. Sameh Shoukry e Nikos Dendias si incontreranno infatti per fare un punto della situazione sul contestato accordo raggiunto mercoledì 27 novembre tra Ankara e il Governo di accordo nazionale di Tripoli sostenuto dall’Onu. Inoltre i due ministri affronteranno i più generali sviluppi legati al Mediterraneo orientale. Il ministro degli Esteri greco Nikos Dendias ha chiesto all'ambasciatore della Libia in Grecia, Maiza K.Y. Gzllal, di presentare una copia dell'accordo che il Governo di accordo nazionale di Tripoli ha firmato con la Turchia sui confini marittimi entro il 5 dicembre. Nel caso in cui il diplomatico non consegni entro il termine richiesto il documento, “rischia di essere espulso dal paese”, secondo quanto riportato dal quotidiano di Atene “Kathimerini”. Stando a fonti del ministero riprese dalla testata, sembra che i colloqui tra Ankara e Tripoli per stabilire i confini marittimi siano già stati avviati a luglio e che la parte greca “non fosse sorpresa”. Le stesse fonti affermano che vi sono indicazioni che il protocollo d'intesa stabilirebbe in maniera generica che entrambe le parti lavoreranno per delimitare le zone marittime. Inoltre la Grecia non starebbe prendendo in considerazione la revoca del riconoscimento dell'attuale governo libico, riconosciuto sia dall'Unione europea che dalle Nazioni Unite. La prossima settimana, Dendias solleverà la questione in una serie di incontri che terrà con controparti di paesi con influenza nella regione a margine del vertice Nato e dell’Osce. (segue) (Gra)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE