TUNISIA-ITALIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Tunisia-Italia: Salvini a Tunisi incassa impegno politico sui rimpatri (2)

Tunisi, 27 set 2018 16:00 - (Agenzia Nova) - “Salvare ogni vita umana è un diritto e un dovere sacrosanto, ma bloccare i trafficanti di essere umani è altrettanto un diritto e un dovere di ogni governo”, ha dichiarato Salvini nella conferenza stampa con l’omologo Fourati. “Quando parlo di apertura di un canale (migratorio) regolare e positivo penso ai tanti ragazzi tunisini che cercano un futuro migliore”, ha dichiarato Salvini, osservando che compito dell’Italia è anzitutto aiutare la Tunisia a creare sviluppo in casa propria. L’obiettivo dell’Italia e del governo italiano è diventare il primo partner economico, commerciale e politico della Tunisia, ha dichiarato il ministro. “Abbiamo concordato sul contrasto ancora più efficace al traffico di esseri umani e alle partenze, per limitare il numero di morti, e sui rimpatri”, ha dichiarato Salvini. “Una volta bloccata l’immigrazione irregolare potremo dedicarci solo ai rapporti economici che vedono oggi circa 1.000 imprenditori italiani che danno lavoro a 60 mila persone”, ha aggiunto Salvini, precisando che “già oggi tornando a Roma” sarà al lavoro per accelerare l’invio di mezzi, di uomini e di sostegno economico alle realtà tunisine che soprattutto al sud ne hanno più bisogno. “L’amicizia tra i due popoli e i due governi non verrà mai messa in discussione”, ha dichiarato Salvini. Per il ministro occorre lavorare su "sviluppo e lavoro": "Se c’è una disoccupazione giovanile elevata è chiaro che è più probabile che la gente provi a scappare. Cercheremo di aiutare la Tunisia in termini di crescita economica con contributi di imprenditori e del governo italiano”. (segue) (Tut)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE