MALDIVE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Maldive: il presidente Yameen non sembra intenzionato ad accettare la sconfitta elettorale (8)

Male, 28 set 2018 11:47 - (Agenzia Nova) - La crisi politica in atto nelle Maldive si inserisce in un contesto regionale reso volatile dalla crescente influenza politica ed economica della Cina sul governo di Male, che ha spinto quest’ultimo ad adottare posizioni sempre più conflittuali e provocatorie nei confronti dei due paesi vicini, India e Sri Lanka. Tre dei maggiori progetti infrastrutturali delle Maldive finanziati da Pechino, incluso il Ponte dell’amicizia di recente inaugurazione, hanno un costo combinato di 1,5 miliardi di dollari: una cifra esorbitante, per un Paese il cui prodotto interno lordo ammonta ad appena 3,6 miliardi di dollari. Il timore di analisti e osservatori è che Male, come diversi altri paesi della regione, sia scivolata nelle maglie della “trappola del debito” cinese. Le opposizioni maldiviane affermano che i debiti contratti dal governo Yameen con la Cina ammontino a circa due miliardi di dollari, una stima che il governo smentisce. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE