TRASPORTI

 
 

Trasporti: Ad Pirelli Tronchetti Provera, sviluppo reti di rifornimento elettrico insufficiente non solo in Russia

Mosca, 18 giu 2016 10:20 - (Agenzia Nova) - Lo sviluppo in Russia delle reti infrastrutturali per la circolazione delle auto elettriche dipende molto dal volume di autovetture vendute. Lo ha dichiarato ad "Agenzia Nova" l'amministratore delegato del gruppo Pirelli, Marco Tronchetti Provera, a margine della tavola rotonda sulla localizzazione della produzione delle eccellenze italiane in Russia, secondo cui Mosca presenta difficoltà analoghe a quelle di alcuni paesi europei. "Dipende da come andranno i progetti di vendita della Tesla e degli altri produttori di auto elettriche. Non è impreparata solo la Russia, ma lo è tutta l'Europa. Londra è all'avanguardia, mentre in Italia abbiamo ancora poco. Dipende dallo sviluppo del mercato", ha aggiunto Tronchetti Provera in merito allo stato delle infrastrutture necessarie alla circolazione di veicoli elettrici.

Nel corso della conferenza dedicata ai rischi d’investimento nell'attuale mercato delle energie, Tronchetti Provera aveva dichiarato che la Russia rappresenta un paese molto interessante per il gruppo Pirelli, anche nei periodi di domanda debole, perché è utilizzata come base per l'export. "Ora il mercato si trova in una fase di depressione per le questioni economiche. Noi usiamo la Russia come buona base per l'export", ha detto ancora l’Ad di Pirelli parlando delle strategie di investimento nel settore delle auto elettriche dei mercati in via di sviluppo. Tronchetti Provera ha poi riferito che la maggior parte degli investimenti interessa gli Stati Uniti e l'Asia, dove il problema ecologico legato alla congestione dei conglomerati urbani spinge verso lo sviluppo dei veicoli elettrici. "I cinesi hanno incentivato molto le auto elettriche", ha detto l'amministratore delegato della compagnia italiana. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE