BULGARIA

 
 

Bulgaria: premier Borisov, presidente Radev continua a non esprimersi su caso Navalnyj

Sofia, 24 gen 17:38 - (Agenzia Nova) - Il governo bulgaro chiede l'immediata liberazione dell'attivista russo Aleksej Navalnyj in quanto la sua detenzione è inammissibile. Lo ha ribadito il primo ministro bulgaro Bojko Borisov, proseguendo anche oggi la polemica con il presidente Rumen Radev reo a suo modo di vedere di non aver preso posizione sulla vicenda Navalnyj. Secondo quanto scritto da Borisov su Facebook, prendere posizione contro la detenzione di Navalnyj non vuol dire danneggiare i rapporti tra Bulgaria e Russia in quanto sono necessarie anche "decisioni pragmatiche" quando i valori europei vengono violati. "Ora lui (Borisov) si propone come campione della democrazia. Dopo aver ucciso la democrazia in Bulgaria, vuole liberare anche altre nazioni", ha affermato ieri pomeriggio Radev, che sabato mattina era stato sollecitato dal premier ad esprimersi sulla vicenda Navalnyj in quanto il suo silenzio era "assordante". Borisov ha sottolineato oggi che, a parte le critiche personali, Radev ha ancora una volta perso un occasione per esprimersi sul caso Navalnyj. Il governo di Sofia, ha chiarito il premier, ha sul tema una posizione chiara ed in linea con i valori euro-atlantici.


(Seb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE