COVID

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Covid: Tremonti a "Nova", debito rischia di esplodere con conseguenze politiche (4)

Roma, 30 ott 2020 11:35 - (Agenzia Nova) - In generale, anche fuori dal caso dell'Italia, “la massa finanziaria ha assunto nel mondo una dimensione non controllabile. Siamo ormai costretti a passare dai billion ai trillion. La finanza - ribadisce Tremonti - sta assumendo una configurazione surreale. Qualcosa di simile è successo quando si è passati dalla pittura come rappresentazione della realtà al cubismo sintetico di Picasso. Il cubismo può essere una fase, ma poi è la realtà che fa la realtà. E nel mondo globale si è creata una sfasatura tra l'economia che è diventata globale ed il diritto che è rimasto locale”. Il risultato? “Si è venuto a creare un mondo in cui l'unica regola per una ricchezza sempre più apolide ed irresponsabile è che ‘non ci sono regole’. Dopo la crisi finanziaria del 2008 il governo italiano con l'Ocse scrisse la bozza di un trattato multilaterale che muoveva dal ‘free trade’ al ‘fair trade’ per la produzione di beni e servizi. La bozza di trattato si chiamava Global legal standard (Gls), ma fu battuta dal Financial stability board: non servivano regole per l'economia, bastavano alcuni aggiustamenti finanziari. Da allora - ricorda - di ‘stability’ non ce n’è stata molta. Sono andato a rivedere il vecchio Gls, all'articolo 4 c'era scritto ‘rispetto di regole ambientali e igieniche’. 10 anni fa! Le dice niente oggi?”. “Il vero vaccino - oltre a quello anti-covid - per evitare nuove crisi globali, potrà comunque esserci solo quando si scriveranno regole globali, facendo di nuovo convergere l'economia sul diritto. E’ Stato così nel ‘44 con Bretton Woods, avrebbe potuto essere nel 2010 con il Gls, potrà e spero dovrà essere così con dei nuovi accordi”. (segue) (Val)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE